Viaggi dentali | Come organizzare le vacanze dentali?

Viaggi dentali organizzati standard o fai-da-te su misura?

 

viaggi-dentaliFare vacanze dentali con un viaggio organizzato da qualcun altro o meglio fare tutto da soli? Ecco la riflessione che ho fatto…

Giorni passati a mandare richieste di preventivo a decine di cliniche dentali estere, ma hai ancora dubbi sul come organizzare le vacanze dentali? In questo articolo cerco di fare ordine, ti spiego come io affronterei i preparativi per la “vacanza turistica” di cure dentali all’estero.

Prima di partire ci sono alcune domande che dovresti porti:

  • Per cosa parto?
  • Per quanto tempo starò fuori?
  • Con chi vado?
  • Chi organizzerà il mio viaggio? Una agenzia o lo organizzo da me?
  • Se volessi organizzare la vacanza da me, quali strumenti ho a disposizione?

Queste le domande a cui ora darò una risposta.

 

Chiediti per cosa parti, per quanto tempo resterai fuori e con chi condividerai l’esperienza.

turismo-dentale-organizzare-viaggio

Tourist, andiamo con ordine, prima di partire quali sono le domande che dovrei farmi?

Mi sono messo dalla tua parte ed ho provato ad immaginare le mie vacanze dentali ideali. Questo è quello che io farei prima di organizzare i viaggi dentali all’estero:

– Per cosa andrai in clinica?.

Rispondi a questa domanda prima di prenotare i biglietti aerei. Prendi una decisione sul motivo per cui ti recherai all’estero. Gran parte dei dentisti coinvolti nel settore del turismo dentale, ho verificato che offrono ai pazienti (di tutta Europa) due tipologie di “pacchetti turistici”.

Opzioni a disposizione del turista dentale:

A) Per fare la sola prima visita e discutere il piano di cure da affrontare con i dentisti che si occuperanno poi delle terapie (occasione questa per conoscersi a vicenda)

B) Prima visita e inizio delle cure. In questo caso il paziente può chiedere espressamente di iniziare le cure lo stesso giorno della visita.

La scelta è influenzata dal fattore reputazione (della clinica) e fiducia (del paziente). Non posso dirti che sia meglio l’una o l’altra opzione, questo è un qualcosa che dovresti valutare in autonomia.

Se già conosci la clinica e sei sicuro di ciò che otterrai curandoti là, penso che iniziare le cure lo stesso giorno della prima visita ti farà guadagnare tempo e risparmiare soldi. Diversamente prenditi il tempo che ti occorre per acquisire fiducia verso il team che intendi scegliere per curarti.

 

– Quanti giorni dovrai passare all’estero?

Anche questa è una domanda alla quale sarebbe bene dare una risposta prima dell’acquisto dei biglietti. Naturalmente la durata della vacanza dipende da ciò per cui ci si reca all’estero. Se intendi iniziare subito a curare i denti all’estero, sarebbe bene chiedere notizie sui tempi di lavorazione alla clinica stessa.

viaggi-dentaliCosa farei io?

Invierei una mail alla clinica che ho scelto per curarmi e chiederei espressamente per quanti giorni sarebbe consigliato trattenersi all’estero per la “vacanze dentali”.

– Partire da soli o accompagnati?

Stai partendo per curarti in un Paese estero, fossi in te condividerei l’esperienza con un familiare. Durante i viaggi dentali potrebbe esser necessaria assistenza, conforto o rassicurazioni.

 

Come pianificare il viaggio di cure dentistiche all’estero?

pianificare-viaggio

Per organizzare le cure dentali all’estero hai due possibilità a tua disposizione. Come per un qualsiasi viaggio turistico, hai solitamente 2 modi di organizzare la vacanza: agenzia di viaggi o fai da te.

Solitamente le agenzie di viaggio, preparano dei pacchetti, con hotel partner, in località prestabilite. Diversamente, quando organizzi da te il viaggio, hai ampi margini di scelta e personalizzazione della vacanza.

Per quanto riguarda le vacanze dentali ho verificato che si hanno a disposizione possibilità di organizzazione identiche, con i medesimi pro e contro

 

– Prima possibilità: agenzie di viaggio del Turismo Dentale e viaggi organizzati.

Esistono decine di siti internet che si occupano di organizzare viaggi dentali. In genere pensano a tutto loro: prenotazione della clinica, acquisto dei voli e prenotazione dell’alloggio.

 

– Seconda possibilità: organizzare da te il viaggio.

In alternativa potrai prendere contatti personalmente con la clinica (solitamente con il loro agente nazionale o colui che si occupa della gestione dei pazienti italiani). Comunicare le tue preferenze di viaggio, alloggio ed infine, come ti spiego in seguito, dovrai occuparti tu di prenotare e acquistare i biglietti aerei attraverso internet.

 

Cosa scegliere? I limiti delle agenzie di viaggio e dei viaggi organizzati.

turismo-odontoiatrico-viaggi-organizzati

Tourist, tu cosa mi consigli?

Come ti spiegherò anche nei successivi articoli, qua sul blog, io selezionerei i dentisti all’estero su una serie di caratteristiche. Alcune di queste, risultano essere strettamente correlate alla tua specifica situazione. Dunque non esiste e non si può indicare una clinica o un dentista migliore e che faccia al caso di tutti i turisti dentali.

Fatta questa premessa, come potrai tu stesso verificare andando sui siti di queste “agenzie del turismo dentale”, chi si affida alla prima opzione di viaggio potrà scegliere di curarsi tra una rosa ristretta di dentisti all’estero. I criteri con cui vengono selezionate le cliniche dalle agenzie di viaggio non prendono in considerazione le tue specifiche esigenze.

Se si trattasse di viaggi di piacere, mi affiderei con serenità ad una agenzia, ma dal momento in cui l’oggetto principale per cui ci si reca all’estero sono cure sanitarie, entra in gioco il fattore “fiducia”.

Quello che farei io?

Sceglierei la clinica da me ed organizzare il viaggio, in autonomia, con il loro agente nazionale.

Per conoscere quali caratteristiche dovresti prendere in considerazione per scegliere una clinica, dai uno sguardo alla guida “Turismo Odontoiatrico dove andare”.

Vacanze dentali, viaggi organizzati? No, grazie!

viaggi-organizzati-turismo-dentale

Tourist, se volessi organizzare il viaggio da me?

Se hai deciso di organizzare la vacanza in autonomia, ti dico, ottima scelta.

 

Ecco come organizzare un viaggio per turismo odontoiatrico “fai-da-te” in 3 mosse:

1) Trova un accompagnatore e contatta la clinica.

2) Comunica per cosa intendi far loro visita e chiedi il calendario delle loro disponibilità.

3) Comunica la scelta dei giorni e prenota il volo.

 

– Aeroporto di partenza e di arrivo.

Prima di prenotare il volo sarà necessario verificare quale sia il tuo aeroporto di partenza e quello di arrivo più vicino alla clinica dentale estera.

 

– Strumenti per trovare la soluzione di volo migliore.

Per risparmiare tempo e soldi, cerca i voli migliori di partenza e rientro con strumenti come Skyscanner o Google flights.

Avrai a schermo tutte le compagnie aeree che collegano il tuo aeroporto con quello della città prescelta. Potrai visualizzare gli orari, comparare le diverse compagnie aeree e scegliere il prezzo migliore.

vacanze-dentali

Questo il modo in cui io organizzerei i viaggi dentali, manterrei l’autonomia nella scelta del dentista evitando di delegare ad altri questa fase.

Si tratta di vacanze dentali, la scelta del medico dove andarsi a curare all’estero non è un fattore per nulla trascurabile.

 

2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] come va organizzato il viaggio all’estero, vai alla guida dove ti spiego come scegliere tra: viaggi organizzati e fai da te di Turismo […]

  2. […] Per capire quali sono i limiti dei “tour operator” del Turismo Dentale ti invito a leggere la guida che ti spiega le criticità dei viaggi organizzati all’estero. […]

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento